Il ruolo dell’AI, dei dati e dell’automazione nelle imprese del futuro

Il ruolo dell’AI, dei dati e dell’automazione nelle imprese del futuro

IDC, in occasione del ciclo di eventi Digital Leaders On Air, condividerà il 18 Settembre la nuova indagine Nuovi ecosistemi intelligenti: dall’esperienza all’innovazione. La ricerca è stata condotta su un campione di 400 manager italiani per analizzare come le aziende si stiano evolvendo sulla base delle trasformazioni economiche e della società digitale.

IDC ritiene che la decisione di ridefinire la tecnologia a supporto dei modelli di business che saranno alla base degli ecosistemi digitali del futuro sarà l’azione più importante che i leader aziendali intraprenderanno nel nuovo decennio per accelerare il ritmo della trasformazione e consentire la rapida creazione di prodotti, servizi ed esperienze digitali.

Adottando soluzioni di Intelligenza Artificiale e automazione, è possibile ottenere “metodi e strumenti migliori per l’integrazione, la gestione e l’orchestrazione di vecchi e nuovi ecosistemi che la futura impresa intelligente dovrà trasformare in catene del valore accelerate”.

È possibile leggere l’articolo di Corriere Comunicazioni al seguente link.

Intelligenza Artificiale vs. Covid-19

Intelligenza Artificiale vs. Covid-19

L’Intelligenza Artificiale è già presente nella nostra vita di tutti i giorni. Emanuela Girardi, consulente per il Ministero dello Sviluppo Economico, fondatrice dell’associazione Pop AI e membro dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale, ha partecipato al podcast in collaborazione con Radio IT per spiegare gli strumenti dell’AI a supporto nella lotta al Covid-19.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il seguente link oppure ascoltare il podcast completo qui sotto.

La crisi accelera l’adozione della robotica

La crisi accelera l’adozione della robotica

Il futuro è nella cobotica. Condividiamo l’intervista ad Antonio Bicchi, presidente di I-RIM Istituto di Robotica e Macchine Intelligenti, Professore dell’Università di Pisa e ricercatore dell’Istituto Italiano di di Tecnologia. Il contributo all’innovazione robotica che può offrire l’Italia è di straordinario livello. Siamo tra in primi Paesi al mondo per quantità di produzione scientifica e nel campo della ricerca. Siamo ai vertici della classifica mondiale anche per quanto riguarda lo sviluppo di macchine intelligenti.