DS Group: le nuove soluzioni per il Fashion con la svolta delle “Distance Sales”

DS Group: le nuove soluzioni per il Fashion con la svolta delle “Distance Sales”

Tramite l’intervista di Repubblica, Romeo Quartiero propone le innovative soluzioni digitali omnichannel per il mondo del Fashion, del Retail e non solo.

L’anno che volge al termine ha visto mutare drasticamente le modalità commerciali per quasi tutti i settori. La necessità crescente di rivolgersi ai canali di vendita online, imposta da mesi di lockdown più o meno generalizzato, ha infatti messo moltissimi brand di fronte a concetti quasi completamente nuovi, su tutti quello della vendita a distanza. Un ambito questo, come racconta il fondatore e Ceo di DS Group, Romeo Quartiero, in cui non ci si può improvvisare, e nel quale serve l’assistenza di professionisti capaci di fornire soluzioni digitali innovative. Ciò è oggi fondamentale, soprattutto nel settore fashion a cui l’azienda si sta rivolgendo fortemente con le sue piattaforme, pensate anche per coadiuvare l’attività dei sales assistant nei negozi fisici.

La Repubblica, 21 Dicembre 2020

L’articolo completo è scaricabile attraverso il pulsante di download qui sotto, oppure è possibile leggere la versione online sul sito di Repubblica.

Speciale MILANO FASHION GLOBAL SUMMIT 2020 | Intervista di CNBC a Romeo Quartiero, CEO di DS Group

Speciale MILANO FASHION GLOBAL SUMMIT 2020 | Intervista di CNBC a Romeo Quartiero, CEO di DS Group

Qual è la necessità che spinge inevitabilmente il settore del Fashion verso l’adozione di soluzioni digitali omnichannel e come e se è possibile misurare concretamente la percentuale di guadagno derivante dall’adozione di queste soluzioni innovative per lo staff in store?

Oltre che per il canale diretto del Retail, queste soluzioni digitali potrebbero essere utili anche per i negozi indipendenti multimarca/wholesale?

La pandemia ha dato una spinta importante all’e-commerce. Voi portate sul mercato invece il concetto delle “Distance Sales”. Qual è il valore aggiunto di questo strumento?

Scopri le risposte di Romeo Quartiero in questo video.

La Milano Fashion Week è phygital

La Milano Fashion Week è phygital

Dal 22 al 28 Settembre 2020 si terrà la settimana della moda a Milano in modalità phygital, con 28 sfilate fisiche e 24 eventi online.

Tra i brand che hanno deciso di partecipare in forma digitale sono presenti Missoni, Philipp Plein e Laura Biagiotti.

La maison Valentino, invece, ha scelto la Milano Fashion Week al posto di quella di Parigi per presentare la nuova collezione e dare un segnale positivo al sistema moda italiano.

Smart Economy: quali opportunità per il Fashion nel post lockdown?

Smart Economy: quali opportunità per il Fashion nel post lockdown?

L’emergenza sanitaria ha reso necessarie nuove esperienze di interazione in modalità “smart”, ma di fatto ha cambiato profondamente la modalità di comunicazione. Il cambio di mentalità indotto dai due mesi di lockdown ha creato un mercato vergine: oggi chiunque è predisposto a fare una riunione a distanza, ma anche ad acquistare attraverso formule “ibride” tra fisico e digitale. Con Romeo Quartiero esploriamo due nuove opportunità in ambito B2B e B2C: lo Smart Showroom, soluzione finalizzata alla vendita delle collezioni ai buyer “a distanza”, e la Smart Boutique, nuova modalità intermedia tra esperienza eCommerce e vendita assistita in negozi per il cliente finale.

L’audio intervista con Retail Institute a tema Smart Economy

Ascolta #RIpodcast, Il podcast di Retail Institute

Parliamo di Fashion

Parliamo di Fashion

Le aziende del Fashion devono considerare l’adozione di “soluzioni smart” per offrire risposte immediate ai clienti che desiderano acquistare senza recarsi in negozio garantendo loro un servizio personalizzato di vendita assistita a distanza

Smart Boutique 

La «nuova esperienza» di acquisto, a metà strada tra l’eCommerce e il negozio fisico, manterrà il suo potenziale anche dopo la riapertura dei negozi diventando di fatto per il Fashion un “nuovo canale” di vendita

Le aziende che per prime adotteranno questo nuovo canale con i loro clienti si garantiranno un vantaggio competitivo duraturo nel tempo

Le proposte di Miroglio Group per riaprire i negozi di abbigliamento

Le proposte di Miroglio Group per riaprire i negozi di abbigliamento

Martino Boselli, brand director di Elena Mrò racconta a D.it, magazine di Repubblica, le nuove best practice che verranno applicate nei negozi del brand:

  • Guanti e gel disinfettanti disponibili all’ingresso
  • Capi da provare avvolti nel cellophane, provati esclusivamente dalla cliente e che, se non vengono acquistati, verranno sanificati, rimbustati e rimessi in magazzino;
  • Prenotazione dell’appuntamento in negozio tramite numero verde
  • Ridefinizione del ruolo dei venditori.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link.